Trattamento di fine rapporto (TFR): dal Fondo di garanzia Inps anche se l’azienda non è in fallimento

Articolo pubblicato sul “Quotidiano Italiano” edizione di Barletta del 17 febbraio 2015

http://bat.ilquotidianoitaliano.it/attualita/2015/02/news/trattamento-di-fine-rapporto-tfr-dal-fondo-di-garanzia-inps-anche-se-lazienda-non-e-fallimento-54291.html/

Di quali tutele dispone il lavoratore per ottenere il pagamento del trattamento di fine rapporto, cioè il cosiddetto TFR? Ce ne parla Maurizio Tarantino, consulente legale di Bari.


Il trattamento di fine rapporto (TFR)
è un elemento della retribuzione il cui pagamento viene differito al momento della cessazione del rapporto di lavoro. Esso matura durante lo svolgimento del rapporto ed è costituito dalla somma di accantonamenti annui di una quota di retribuzione rivalutata periodicamente.

Il TFR deve essere corrisposto al lavoratore in ogni caso di cessazione del rapporto di lavoro (e quindi indipendentemente dalle motivazioni che l’hanno determinata), fatto salvo il caso di integrale destinazione alla previdenza complementare.

Il diritto a percepire il TFR si prescrive in 5 anni (art. 2948, c. 5 c.c.), che decorrono dal momento in cui cessa il rapporto di lavoro.

Che succede se il datore di lavoro non paga, al dipendente uscente, il TFR che gli è dovuto per legge?

In questo caso, il lavoratore potrà intraprende un giudizio e, in caso di persistenza nell’inadempimento, tentare tutte le strade: dall’esecuzione forzata all’istanza di fallimento.

Tuttavia è bene ricordare che, anche se l’azienda non sia in concreto soggetta a fallimento, in caso di mancato pagamento da parte del datore di lavoro del TFR, il lavoratore può ottenere le prestazioni del Fondo di garanzia presso l’INPS: per richiedere il pagamento sarà sufficiente che il lavoratore dimostri di aver esperito infruttuosamente una procedura di esecuzione forzata.

Difatti, come è stato più volte osservato dalla giurisprudenza di legittimità, in caso di cessazione del rapporto di lavoro il pagamento del TFR maturato dal dipendente è a carico del Fondo di garanzia anche se non sussiste tecnicamente il fallimento del datore di lavoro ma questi si dimostra insolvente. (In tal senso Cassazione Civile sentenze n. 1607 del 28.01.2015, n. 15369 del 4 luglio 2014 e n. 7585 del 1° aprile 2011).

Orbene, in virtù di tutto quanto innanzi esposto, il lavoratore avrà due diverse e concorrenti strade per ottenere il pagamento di quanto ancora non gli sia stato versato.

1)     Richiesta di insinuazione allo stato passivo del fallimento

Il lavoratore deposita domanda, indirizzata al Tribunale ove si è aperto il fallimento, in cui chieda di essere ammesso al passivo: cioè di essere iscritto nelle liste dei creditori tra i quali saranno ripartiti i ricavi del fallimento.

Nell’ipotesi in cui la procedura fallimentare riesca a realizzare dei ricavi dalla vendita dei beni dell’impresa, i ricavi serviranno per pagare i creditori. I lavoratori, però, saranno pagati in via privilegiata rispetto agli altri creditori intervenuti nel fallimento.

È opportuno ricordare che proprio per evitare, al lavoratore, il rischio di rimanere insoddisfatto qualora tali vendite non si realizzino, che è stato istituito il Fondo di Garanzia presso l’INPS.

2)     Richiesta di intervento al Fondo di Garanzia presso l’INPS.

Dopo aver tentato infruttuosamente l’esecuzione forzata, tale richiesta si può fare solo per ottenere il pagamento del Trattamento di fine rapporto di lavoro ed (in caso di eventuale procedura concorsuale) delle retribuzioni spettanti per gli ultimi tre mesi di rapporto di lavoro, purché rientrino nei dodici mesi anteriori alla data della domanda di fallimento.

Il Fondo di Garanzia dell’Inps liquiderà il lavoratore, sostituendosi a quest’ultimo nel credito e agendo, a sua volta, per il recupero della somma anticipata, contro l’azienda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...