Presentazione

Mi chiamo Maurizio Tarantino, vivo a Bari. Sono laureato in Giurisprudenza e già durante la formazione accademica e post laurea ho mostrato particolare interesse per le materie giuridiche. Dopo aver conseguito il titolo di Master in Mediazione Familiare – PNL e Bioetica, ho altresì conseguito un ulteriore titolo Master nella gestione del Lavoro e delle Relazioni Sindacali.

Successivamente ho conseguito il titolo di Avvocato. Attualmente  collaboro in uno Studio Legale in ambito Civile sito in Bari come consulente legale.

Oltre all’attività forense mi occupo di editoria giuridica. In particolare scrivo commenti e note sulle sentenze di Legittimità e di Merito  in ambito Civile e Familiare in alcune riviste telematiche come www.ilcommentariodelmerito.com presso il Tribunale di Bari e sul giornale http://bat.ilquotidianoitaliano.it/ .

Inoltre collaboro su tematiche giuridiche in ambito Immobiliare (Condominio e Locazioni) in  Tecnici24 del gruppo Il Sole24Ore e con la testata di condominioweb .

Da ultimo, sono autore insieme a Nicola Frivoli dei testi giuridici:

Il contratto di comodato nei rapporti di famiglia, Ed. Giuffrè – Officina del diritto 2014″

Le proroghe nei contratti di locazione ad uso abitativo, Ed. Giuffrè – Officina del diritto 2015″

– Il condomino moroso e le azioni a tutela del condominio, Ed. Giuffrè – Officina del diritto 2015″

 “I beni comuni nel condominio e i diritti dei condomini, Ed. Giuffrè – Officina del diritto 2016″

“L’invalidità del testamento per vizi della volontà, Ed. Giuffrè– Officina del diritto 2017.”

Contatti

Mail :           studiomauriziotarantino@gmail.com

Linkedin:    http://www.linkedin.com/pub/maurizio-tarantino/51/714/383

Facebook:  https://www.facebook.com/pages/Leggi-Penne-e-Calamaio/445073215618112

Annunci

20 pensieri su “Presentazione

  1. Pingback: Separazione e divorzio "facile": come funziona e quali sono i costi - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  2. Pingback: Mancato pagamento della retribuzione e dimissioni: come tutelarsi - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  3. Pingback: Acquisto della casa a piccoli passi, partendo dall'affitto: ecco la formula "Rent to Buy" - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  4. Pingback: Lavoro e dimissioni in bianco: le novità del Job Act in vigore da marzo 2016 - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  5. Pingback: Separazione: a chi spetta l'affidamento dell'animale domestico - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  6. Pingback: Attenti alle offese sui social: per la Cassazione è reato di diffamazione a mezzo stampa - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  7. Pingback: Il "bacio rubato" non sempre è un illecito penale: quando è una forma di violenza - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  8. Pingback: Matrimonio e comunione dei bene: necessario il consenso del coniuge per la vendita - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  9. Pingback: Mansioni superiori? Il lavoratore ha diritto a una promozione e all'aumento di retribuzione - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  10. Pingback: Separazione e assegno di mantenimento: variazioni economiche legittimano la riduzione - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  11. Pingback: Quando il corteggiamento diventa stalking - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  12. Pingback: Foto con l'amante su Facebook: quando scatta l'addebito della separazione - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  13. Pingback: Eccesso di sms e telefonate: in una relazione sentimentale non è molestia - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  14. Pingback: Attenti a cliccare "mi piace" su Facebook: possibili sanzioni disciplinari del datore di lavoro - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  15. Pingback: Separazione, niente addebito a chi lascia la casa coniugale - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  16. Pingback: Donne e lavoro, illegittimo il licenziamento prima del compimento dell' anno di età del figlio - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  17. Pingback: Assegno divorzile, revocato se l'ex coniuge rifiuta di lavorare o ha un nuovo compagno - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  18. Pingback: Pagina non trovata - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  19. Pingback: Matrimonio, è valido anche se celebrato tramite Skype - Edizione di Barletta - Andria - Trani - Il quotidiano italiano

  20. Gent.mo Avvocato Tarantino, le scrivo in quanto mio papà sta subendo delle ingiustizie mai viste e mai sentite.
    Le spiego in breve, mio papà ha 72 anni e 4 anni fa ha conosciuto una donna più giovane, sulla cinquantina, della quale si è perdutamente innamorato. Lei lo ha obbligato a sposarlo, nel senso che ha detto se vuoi stare con me ci dobbiamo sposare. Così è stato purtroppo. Si sono sposati ad ottobre ed a fine dicembre lei è leteralmete scappata tornando a casa dai suoi fratelli. Mio padre scioccato non ha fatto altro che cercarla al telefono, ma I fratelli l’hanno sempre negata dicendo che non sarebbe più tornata. Morale della favola: IL MATRIMONIO ERA UNA TRUFFA. Donna zitella di 50 anni cercava solo un pensionato che la mantenesse. Purtroppo il primo giudice ha realmente assegnato alla donna 600,00 € di mantenimeno (per soli 2 mesi di matrimonio!!!), dopodichè papà ha fatto ricorso a Bari e l’assegno è stato ridotto a 200,00€.
    Il problema è che ieri nel tribunale di Foggia si pensava di andare a chiudere la faccenda e firmare per il divorzio, invece la controparte ha ripresentato la richiesta per 600,00 € al mese ed il giudice si è riservato.
    Ora mi chiedo, ma Le sembra possibile che un giudice non si renda conto che è stato un matrimonio falso con uno scopo ben preciso e PREMEDITATO?! Possibile una tale ingiustizia? Mio papà prende una pensione di 1400,00€, ha lavorato una vita ed ora corre il riscio di dover dare per sempre dei soldi ad una ladra? Questa persona durante i 2 mesi di convivenza ha preso carte private di papà dai cassetti per vedere le sue entrate, era tutto premeditato! Mi dia un consiglio per favore…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...