Licenziamento disciplinare: il comportamento illecito va contestato al lavoratore con tempestività

Articolo pubblicato sul “Quotidiano Italiano” edizione di Barletta del 16 novembre 2015 http://bat.ilquotidianoitaliano.it/attualita/2015/11/news/licenziamento-disciplinare-il-comportamento-illecito-va-contestato-al-lavoratore-con-tempestivita-65556.html/ La subordinazione del lavoratore al capo dell’impresa o al dirigente preposto corrisponde, dal lato datoriale, al potere direttivo e a quello disciplinare.  Come noto, l’imprenditore è posto a capo dell’impresa e da lui dipendono gerarchicamente i suoi collaboratori. Consegue, pertanto, che il datore ha…

Lavoro e licenziamento: differenza tra scarso rendimento e troppe assenze per malattia

Articolo pubblicato sul “Quotidiano Italiano” edizione di Barletta del 14 settembre 2015 http://bat.ilquotidianoitaliano.it/attualita/2015/09/news/lavoro-e-licenziamento-differenza-tra-scarso-rendimento-e-troppe-assenze-per-malattia-62566.html/ Argomento attuale e di particolare interesse (soprattutto a livello giurisprudenziale), in materia di licenziamento individuale, è quello della differenza tra licenziamento per scarso rendimento e licenziamento per superamento del periodo di comporto. Cerchiamo di comprendere meglio la questione grazie al contributo del consulente legale…

Patto di prova nel contratto di lavoro: nullo se il datore conosce già il dipendente

Articolo pubblicato sul “Quotidiano Italiano” edizione di Barletta del 7 settembre 2015 http://bat.ilquotidianoitaliano.it/attualita/2015/09/news/patto-di-prova-nel-contratto-di-lavoro-nullo-se-il-datore-conosce-gia-il-dipendente-62249.html/ I soggetti di un rapporto di lavoro, rispettivamente il datore di lavoro ed il prestatore, frequentemente avvertono l’esigenza di verificare, mediante un congruo periodo di prova, la reciproca convenienza alla conclusione del contratto definitivo. Lo scopo del datore sarà quello di valutare le attitudini…

Lavoro e gravidanza, licenziamento illegittimo anche se la donna tace il suo stato all’assunzione

Articolo pubblicato sul “Quotidiano Italiano” edizione di Barletta del 14 luglio 2015 http://bat.ilquotidianoitaliano.it/attualita/2015/07/news/lavoro-e-gravidanza-licenziamento-illegittimo-anche-se-la-donna-tace-il-suo-stato-allassunzione-60297.html/ Nonostante la tutela della maternità per le lavoratrici sia un diritto riconosciuto già dalla nostra Costituzione, la sua effettività incontra ancora molti ostacoli. E’ di queste ore un caso di cronaca sconcertante, che ha visto protagonista una commessa fiorentina 40enne la quale, riuscita finalmente…

Facebook, spiare il lavoratore si può: cosa dice la Cassazione

Articolo pubblicato sul “Quotidiano Italiano” edizione di Barletta del 3 giugno 2015 http://bat.ilquotidianoitaliano.it/attualita/2015/06/news/facebook-spiare-il-lavoratore-si-puo-cosa-dice-la-cassazione-58779.html/ Una sentenza che fa discutere quella della Cassazione che, entro determinati limiti, ammette la legittimità del controllo tramite social network da parte del datore di lavoro.  Per chiarire i vari aspetti della delicata questione, abbiamo chiesto lumi al consulente legale di Bari Maurizio Tarantino.…

Licenziamento verbale inefficace: l’onere della prova e la piena tutela reintegratoria

Articolo pubblicato sul “Quotidiano Italiano” edizione di Barletta del 20 maggio 2015 http://bat.ilquotidianoitaliano.it/cultura-spettacolo/2015/05/news/licenziamento-verbale-inefficace-lonere-della-prova-e-la-piena-tutela-reintegratoria-58210.html/ Il licenziamento verbale (detto anche “orale”) si verifica quando il lavoratore viene allontanato dal luogo di lavoro senza alcun atto formale da parte del datore (lettera o altro). A norma dell’art. 2 della L. 604/1966, il licenziamento deve essere intimato per iscritto e che…

Licenziamento collettivo: scatta l’obbligo di “repechage”

Articolo pubblicato sul “Quotidiano Italiano” edizione di Barletta del 19 marzo 2015 http://bat.ilquotidianoitaliano.it/attualita/2015/03/news/licenziamento-collettivo-scatta-lobbligo-di-repechage-55724.html/ Una tutela in più per il lavoratore che, prima di essere collocato in mobilità, ha diritto a una concreta valutazione delle sue possibilità di inserimento in ogni settore produttivo dell’azienda. Si chiama “obbligo di repechage” e ne abbiamo parlato con il consulente legale di…